Home
/
PENNY per Te
/
Consigli di PENNY
/ I Dolci Tipici Pasquali in Italia

I Dolci Tipici Pasquali in Italia

Con l'avvicinarsi della Pasqua, torna sulle tavole degli italiani tutta la bontà dei dolci tipici pasquali. In Italia sono davvero moltissimi i dolci che è usanza preparare in occasione di questa festività.
Sei pronto a curiosare insieme a noi tra le varie regioni per scoprirli tutti?!

Antipasti

In occasione di Pasqua, in Italia è usanza portare sulla propria tavola la famosa “Colomba”. Diverse sono le origini che vengono attribuite a questo dolce: secondo una leggenda, la colomba pasquale sarebbe nata nel lontano 610, a Pavia, dove la Regina Teodolinda avrebbe ospitato presso la sua dimora San Colombano, che rifiutò di mangiare il cibo da lei servito perché in periodo di Quaresima. Si racconta quindi che il pellegrino, per non recare offesa al Re e alla Regina, trasformò la carne in colombe di pane bianco.
Un'altra leggenda vedrebbe invece le origini della colomba da un gesto di pace nei confronti dei Barbari che avevano assediato la città di Pavia nel 572, sotto il regno di Re Albonio. Si racconta che questi dolci a forma di colomba fossero così soffici che convinsero gli invasori ad andarsene a mani vuote.
Qualunque siano le sue origini, una cosa è certa: la ricetta originale prevede un impasto lievitato a lungo, arricchito da pezzi di arancia candita e mandorle sulla superficie. Al giorno d'oggi, tuttavia, esistono anche altre versioni della colomba pronte ad accontentare i gusti di qualsiasi persona. Che sia ripiena di cioccolato, crema pasticcera, pistacchio o limone nessuno è disposto a rinunciarvi.

Antipasti

In occasione di Pasqua, in Italia è usanza portare sulla propria tavola la famosa “Colomba”. Diverse sono le origini che vengono attribuite a questo dolce: secondo una leggenda, la colomba pasquale sarebbe nata nel lontano 610, a Pavia, dove la Regina Teodolinda avrebbe ospitato presso la sua dimora San Colombano, che rifiutò di mangiare il cibo da lei servito perché in periodo di Quaresima. Si racconta quindi che il pellegrino, per non recare offesa al Re e alla Regina, trasformò la carne in colombe di pane bianco.
Un'altra leggenda vedrebbe invece le origini della colomba da un gesto di pace nei confronti dei Barbari che avevano assediato la città di Pavia nel 572, sotto il regno di Re Albonio. Si racconta che questi dolci a forma di colomba fossero così soffici che convinsero gli invasori ad andarsene a mani vuote.
Qualunque siano le sue origini, una cosa è certa: la ricetta originale prevede un impasto lievitato a lungo, arricchito da pezzi di arancia candita e mandorle sulla superficie. Al giorno d'oggi, tuttavia, esistono anche altre versioni della colomba pronte ad accontentare i gusti di qualsiasi persona. Che sia ripiena di cioccolato, crema pasticcera, pistacchio o limone nessuno è disposto a rinunciarvi.

Oltre alla colomba, anche l’amatissimo ”Uovo di Pasqua” non può mancare nelle case degli italiani. La classica versione al cioccolato è apparsa per la prima volta nel secolo scorso ma, fin dal lontano Medioevo, era usanza donare delle uova di gallina, spesso decorate con argento e metalli preziosi, simbolo di vita e rinascita.
Al giorno d'oggi, l'uovo di cioccolato con la sorpresa all'interno è decisamente un must per ogni famiglia che abbia dei bambini. Anche in questo caso, molte sono le versioni disponibili: dal classico uovo realizzato con cioccolato al latte, il più amato dai piccini, a quello realizzato con cioccolato fondente o perfino con cioccolato bianco.
In commercio si possono trovare anche simpatici coniglietti pasquali o piccoli pulcini di cioccolata decorati dai maestri pasticceri. La tradizione che vedeva l'uovo di gallina simbolo della Pasqua per eccellenza ha ormai ceduto il posto al cioccolato in tutte le sue forme, gustato con entusiasmo da grandi e piccini.

Primi Piatti

Oltre alla colomba, anche l’amatissimo ”Uovo di Pasqua” non può mancare nelle case degli italiani. La classica versione al cioccolato è apparsa per la prima volta nel secolo scorso ma, fin dal lontano Medioevo, era usanza donare delle uova di gallina, spesso decorate con argento e metalli preziosi, simbolo di vita e rinascita.
Al giorno d'oggi, l'uovo di cioccolato con la sorpresa all'interno è decisamente un must per ogni famiglia che abbia dei bambini. Anche in questo caso, molte sono le versioni disponibili: dal classico uovo realizzato con cioccolato al latte, il più amato dai piccini, a quello realizzato con cioccolato fondente o perfino con cioccolato bianco.
In commercio si possono trovare anche simpatici coniglietti pasquali o piccoli pulcini di cioccolata decorati dai maestri pasticceri. La tradizione che vedeva l'uovo di gallina simbolo della Pasqua per eccellenza ha ormai ceduto il posto al cioccolato in tutte le sue forme, gustato con entusiasmo da grandi e piccini.

Primi Piatti

Secondi Piatti

In Italia esistono poi moltissimi altri dolci tipici pasquali, meno noti o diffusi a livello nazionale. Uno dei più curiosi è un dolce laziale, diffusosi anche nelle Marche e simile al panettone natalizio: la “Pizza di Pasqua”. Questa viene realizzata con un impasto dolce, che mette insieme ingredienti semplici e poveri e che viene fatto lievitare per diversi giorni per poi essere cotto in forno. Spesso a tale impasto vengono aggiunti anche canditi e uvetta.
Un altro dolce tra i più conosciuti ha origini campane, la famosa “Pastiera napoletana”. Alla semplice base di pasta frolla viene aggiunto un ripieno realizzato con grano ammollato, ricotta, essenza di arancio e scorza candita di cedro. Una vera delizia.
In Sicilia, nel periodo pasquale, è lo “Zuccotto” a farla da padrone. Questo dessert, decisamente tra i più ricchi e scenografici, prevede una base di pan di spagna spennellata con del liquore e farcita con gocce di cioccolato, panna e canditi. Spesso lo si vede raffigurato con decorazioni di marzapane sulla base.

Secondi Piatti

In Italia esistono poi moltissimi altri dolci tipici pasquali, meno noti o diffusi a livello nazionale. Uno dei più curiosi è un dolce laziale, diffusosi anche nelle Marche e simile al panettone natalizio: la “Pizza di Pasqua”. Questa viene realizzata con un impasto dolce, che mette insieme ingredienti semplici e poveri e che viene fatto lievitare per diversi giorni per poi essere cotto in forno. Spesso a tale impasto vengono aggiunti anche canditi e uvetta.
Un altro dolce tra i più conosciuti ha origini campane, la famosa “Pastiera napoletana”. Alla semplice base di pasta frolla viene aggiunto un ripieno realizzato con grano ammollato, ricotta, essenza di arancio e scorza candita di cedro. Una vera delizia.
In Sicilia, nel periodo pasquale, è lo “Zuccotto” a farla da padrone. Questo dessert, decisamente tra i più ricchi e scenografici, prevede una base di pan di spagna spennellata con del liquore e farcita con gocce di cioccolato, panna e canditi. Spesso lo si vede raffigurato con decorazioni di marzapane sulla base.

Sempre restando al sud, altri dolci tipici del periodo sono le “Pitte con Niepita” calabresi, che sono dei ravioli dolci a forma di mezzaluna, le “Scarcelle” pugliesi, dei biscotti glassati e realizzati in mille forme differenti e le “Pennarelle” provenienti dalla Basilicata, più simili ad un pane dolce. Il Molise propone una ciambella dolce, il “Cocolozzo”.
Per quanto riguarda la Sardegna, il dolce pasquale è rappresentato dalle “Pardulas”, cestini di pasta ripieni di ricotta, uvetta, zafferano e scorza di limone, cotti nel forno a legna.
La “Ciaramicola” è un dessert tipico dell’Umbria e consiste in un ciambellone di colore rosso con glassa bianca e confettini colorati di copertura; i “Cavalli” e le “Pupe” sono invece i dolci pasquali dell’Abruzzo.

Dessert

Sempre restando al sud, altri dolci tipici del periodo sono le “Pitte con Niepita” calabresi, che sono dei ravioli dolci a forma di mezzaluna, le “Scarcelle” pugliesi, dei biscotti glassati e realizzati in mille forme differenti e le “Pennarelle” provenienti dalla Basilicata, più simili ad un pane dolce. Il Molise propone una ciambella dolce, il “Cocolozzo”.
Per quanto riguarda la Sardegna, il dolce pasquale è rappresentato dalle “Pardulas”, cestini di pasta ripieni di ricotta, uvetta, zafferano e scorza di limone, cotti nel forno a legna.
La “Ciaramicola” è un dessert tipico dell’Umbria e consiste in un ciambellone di colore rosso con glassa bianca e confettini colorati di copertura; i “Cavalli” e le “Pupe” sono invece i dolci pasquali dell’Abruzzo.

Dessert

Regala un dolce momento!

Ogni regione offre quindi, durante le feste, le proprie tipicità che non possono mancare in tavola. Che Pasqua sarebbe senza Colomba o Uova di Cioccolato? Affrettati a farne scorta! Da Penny Market troverai tantissimi prodotti della linea “Regali Bontà”, ideali per rendere più dolci le tue feste e la tua Pasqua. Vieni a scoprire la nostra selezione di prodotti realizzati con materie prime di qualità e italiane, scegliendo uova da allevamento a terra e cacao certificato UTZ, a conferma del nostro impegno nelle politiche agricole sostenibili, scegli per i tuoi bambini e la tua famiglia i nostri Regali Bontà!

 
20181212